SI FAREBBE MOLTO PRIMA SE LEI TORNASSE VESTITA SOLTANTO DEL BICCHIERE

Il mio viaggio a Firenze | ANTEPRIME TOSCANE 2022

@aduavilla

Una primavera fiorentina: cose da fare / bere / mangiare

“Si farebbe molto prima se lei tornasse vestita soltanto del bicchiere”.

Intonava il Liga negli anni ‘90 nel testo di “Bambolina e Barracuda”.

Ed è un po’ questo il requisito fondamentale per partecipare ogni anno alle Anteprime Toscane che partono da Firenze e toccano diverse tappe della regione: avere un calice.

Anteprime: come le anteprime delle annate dei vini che si andranno a degustare.

Quello che non molti sanno è che non è un appuntamento solo per noi wine tester e giornalisti del settore, ma ad un certo punto della giornata questi templi del vino vengono aperti al pubblico, e potrete davvero immergervi in un mondo mai visto prima fatto di bottiglie che rappresentano l’eccellenza della produzione.

Io ogni volta mi sento davvero Alice in wonderland immersa nel momento in cui devo scegliere fra “Eat me and Drink me”.

Per spiegarvi meglio la situazione unica che andrete a vivere è come recarsi al Lucca Comics e trovarsi immersi tra i protagonisti degli Anime giapponesi che sono lì ad aspettarvi per essere scoperti.

Bastano solo pochi clic, uno smartphone, una carta prepagata, l’età legale per bere in Italia, tanta curiosità… e l’unico costume da Cosplayer sarà il vostro calice, che vi verrà dato all’ingresso.

Le Anteprime toscane rappresentano un momento in cui le aziende portano le loro bottiglie al cospetto di degustatori come me, che valutano le nuove annate in commercio o in prossima uscita. Noi teniamo in considerazione i fattori climatici, perché come diciamo sempre con Francesco Quarna nel podcast Deejay Wine Club: “Qui non facciamo bibite gassate e non ci sono ricette che mostrano sempre perfezione”.

Quindi un andamento piovoso o molta siccità potranno anche compromettere un anno.

Fare questo tipo di degustazione permette di avere un ampio quadro delle tendenze, delle evoluzioni e alle volte di tornare indietro e guardare cosa facevano prima cercando  di non perdere le antiche tradizioni.

In queste giornate si degustano tanti di vini.

 

Scopri la stories in evidenza sul mio profilo Instagram @globetrottergourmet

 

Potrei dirvi: “ah guarda io ne degusto più di 100 solo al mattino” ma mi sentirei come quelli che parlano delle cilindrate e modelli delle loro auto, a chi ce l’ha più figa.

Io vi dico che non ho manco un’auto, e la mia futura aspirazione sarà possedere un Pandino, ma in compenso… di vini ne assaggio.

Qui potete vivere con me la giornata tipo del degustatore:

 

Scopri il Reel sul mio profilo Instagram @globetrottergourmet

Ma torniamo a come accedere a queste Anteprime; in particolare le due che si tengono a Firenze – vi consiglio la doppietta.

La prima è organizzata dal Consorzio Chianti Docg alla Fortezza da Basso, luogo unico della capitale toscana, un’opera fortificata che pensate è stata messa su in 6 mesi – ed era il 1534 – per assicurare protezione alla famiglia de’ Medici. Per farvi capire sull’A14 da Pesaro a Termoli ci sono cantieri dal 2016, ma questa è un’altra storia.

 

Qui in Fortezza si organizza appunto “Chianti Lovers”, una giornata all’insegna della Toscana tutta sotto questa denominazione. Qui ci accedi dopo aver comprato il tuo biglietto d’ingresso, come dovessi andare ad un concerto,  sul sito di Box Office.

Al costo di 15 € ti verrà dato il calice con tanto di tracolla porta bicchiere, non dovrai dare nessuna cauzione e udite udite hai la possibilità di poter degustare fra più di 400 etichette, insomma un “All you Can It” di bottiglie – raga non esagerate e utilizzate i mezzi pubblici!

 

Vi verrà data una cartina geografica con tutte le zone marcate e colorate e vi sentirete dentro al Risiko del Vino e ci sarà sempre in mezzo a voi quello che vorrà conquistare la Kamchatka e la Jacuzia, che di solito nessuno vuole.

In più viene data anche una box in omaggio, con robine da mangiare, da poter gustare fra un calice e l’altro e vi potete trovare anche una versione vegetariana e per celiaci.

Dentro Chianti Lovers troverete anche la realtà “Rosso Morellino”, così da scoprire la Toscana della Maremma (questa bellissima opportunità è stata inserita tre edizioni fa: bellissimo!).

La novità di questo anno per il consorzio Chianti Docg è il lancio dello store: uno shop online della nuova linea di merchandising. A breve troverete anche il tradizionale Toscanello: un ombrello tipico molto grande con un robusto manico di legno, super chic per scoprire la campagna anche nelle giornate più uggiose. Adoro in particolare le t-shirt con la scritta “I’m a Chianti Lover’s”, tutte fatte in cotone organico.

Dalla stazione SMN è molto semplice arrivare alla Fortezza: una passeggiata di circa 10 min – vi consiglio muovervi a piedi o con i mezzi pubblici – e di trovare qualche BnB nelle vicinanze per poter fare un salto in centro e sul Lung’Arno, dove godere di così tanta storia.

Qui posizionatevi ove più vi aggrada – insomma sceglietevi un angolino che vi piace – e aprite Instagram andando sul profilo di @nuraindianfood . Qui potete scegliere tra i molti piatti proposti, ordinarli tramite ecommerce e farveli recapitare precisamente nel vostro angoletto preferito di Firenze.

PS: le Samosa dello Chef Basheer Ketty Mansoor sono un viaggio del gusto che vi catapulteranno fino in India.

Un po’ di Oriente in abbinamento al nostro Chianti vi schianterà al suolo per la bontà della fusione di questi sapori.

Poi se siete di quelli che non hanno mai cambiato astuccio delle penne a scuola, perché vi dava sicurezza, vi ricordo che siete nel regno della CICCIA e per una fiorentina di posti ottimi ne troverete a morire.

Dopo una sana dormita siete pronti per visitare un museo e soprattutto assaggiare una tipica colazione “focaccia salata o con la sublime schiacciata fiorentina” nella Pasticceria Giorgio.

 

Ora si vede se avete la stoffa da degustatori, pronti per andare a vivere la seconda giornata alla stazione Leopolda per il Chianti Classico Collection.

Ve la racconto anche se quest’anno per svariati motivi non hanno aperto l’ingresso al pubblico. Qui potete vedere cosa vi si sarebbe palesato dinanzi:

Scopri il Reel sul mio profilo Instagram @globetrottergourmet

 

La figata è che Il Consorzio Chianti Classico Docg ha lanciato la sua Chianti Classico Card, basta andare sul loro sito e acquistarla.

Con essa potete visitare le aziende produttrici del Chianti Classico e girare un po’ quella terra di vini e meraviglie che questa zona di Toscana regala.

 

Questa card non solo vi farà vivere delle Experience di tasting di vino, cibo e anche di Olio EVO ma potrete fare anche Pic Nic in vigna, avere sconti e ingressi gratuiti in alcuni Musei e se non hai l’auto puoi affittare la Vespa o un’auto elettrica con uno sconto del 25%.

PS: prima di scollegarti se sei un fanatico della bicicletta puoi acquistare nel loro shop-online fantastiche tutine da bici e ciclo maglie da professionisti andando qui.

 

Torniamo a Firenze per concludere il nostro tour: se volete andar via con un buon ricordo fatevi una passeggiata alla ricerca delle “Buchette del Vino” conosciute in tutto il mondo come le Wine Windows, piccole finestre ricavate fra i muri dei palazzi storici dove è ancora possibile bussare e prendersi un calice di vino fra le strade della città.

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.